Home > Autori > Profilo autore

Avviso: i contenuti del sito non saranno ulteriormente aggiornati.

RASTA prosegue nel progetto Lyra dell'Université de Lausanne.
Vai al sito Lyra »

Profilo autore

Nome:
Caro, Annibale <1507 - 1566>
Notizie:
Commendatore

Poesie

1Ahi, come pronta e lievecanzone
2Amor, che fia di noi, se non si sfacecanzone
3Ben ho del caro oggetto i sensi privisonetto
4Carlo Quinto fu questi. A sì gran nomesonetto
5Casa, e chi svelle amor che in fertil coresonetto
6Chi ne dipartirà, se amor ci uniosonetto
7Chiaro è il sol vostro, e voi più chiaro il fatesonetto
8Commendon, che di lume oggi e di motosonetto
9Donna di chiara, antica nobiltatesonetto
10Donna, qual mi fussi io, qual mi sentissisonetto
11Dopo tanti trionfi e tante impresesonetto
12E potrà, Varchi, altrui nequizia e frodesonetto
13E qual fu mai, da che si gira il solesonetto
14Ecco il felice, ecco il bramato giornosonetto
15Ecco, Signor, che al tuo chiamar mi volgosonetto
16Egro già di anni e più di colpe gravesonetto
17Eran Teti e Giunon tranquille e chiaresonetto
18Fosca e torbida or sia quella che chiarasonetto
19Giunto ove io son, famoso pellegrino?sonetto
20Già tra Venere ed il Sol, pura e lucentesonetto
21Hor ben chiaro veggo io, Signor eternosonetto
22In voi mi trasformai, di voi mi vissisonetto
23Lasso, io non so, come salir mi deggiasonetto
24Laura, sì voi mi sete e lauro e Cliosonetto
25Lo alto stil vostro, Anton mio caro, è talesonetto
26Mentre che alzarvi al ciel sì vi arde il coresonetto
27Mentre io vidi il mio sol, care e fecondesonetto
28Miracoli di Amor, in due mi vissisonetto
29Molza, che in carte eternamente vivesonetto
30Non può gir vosco, altera Aquila, a volosonetto
31Né veder basso altrui, né voi sì alterosonetto
32O che belle, o che rare, o che felicisonetto
33O del terreno Giove altero figliosonetto
34O di umana beltà caduchi fiorisonetto
35O voi sì, che di porpora e di quantisonetto
36Pellegrina Fenice in mezzo un focosestina doppia
37Per dir non cresce e per tacer non cessasonetto
38Questo al buon Guidiccion, solenne e sacrosonetto
39Questo, dal grande Enrico amato fioresonetto
40Qui giace il Molza: a sì gran nome sorgasonetto
41Real donna cortese, i vostri onorisonetto
42Rota, io mi son ben caro, or che io son ancosonetto
43Se di esto lasso microcosmo e fralesonetto
44Se la onorata pianta, onde superbasonetto
45Tarpato e roco augel non canto e volosonetto
46Tu Guidiccion sei morto? Tu che solosonetto
47Varchi, fra quanti Amor punge ed infiammasonetto
48Veniero, al dolce porto, ove mi invitisonetto
49Venite alla ombra dei gran gigli di orocanzone
50Vinta avea il mondo e vinta avea se stessasonetto
seleziona tutti 

Poesie di <Caro, Annibale> con diversa attribuzione

1 2-1547/1 [171] O di umana beltà caduchi fiori Cenci, Giacomo sonetto
2 2-1548/2 [177] O di umana beltà caduchi fiori Cenci, Giacomo sonetto
3 RsI-1556 [469] O di umana beltà caduchi fiori Cenci, Giacomo sonetto
4 L2-1565 [276] Ecco il felice, ecco il bramato giorno Guarnelli, Alessandro sonetto
5 RsI-1586 [477] O di umana beltà caduchi fiori Cenci, Giacomo sonetto

Poesie di altri autori attribuite a <Caro, Annibale>

1 2-1547/1 [39] Vibra pur la tua sferza e mordi il freno Molza, Francesco Maria sonetto
2 2-1547/1 [40] Nello apparir del giorno Molza, Francesco Maria canzone
3 2-1548/2 [39] Vibra pur la tua sferza e mordi il freno Molza, Francesco Maria sonetto
4 2-1548/2 [40] Nello apparir del giorno Molza, Francesco Maria canzone
5 3-1550/1 [204] La Senna e lo Arno gian torbidi e lenti Rainerio, Antonio Francesco sonetto
6 3-1550/1 [205] Ecco che al fin, dalla celeste porta Atanagi, Dionigi sonetto
7 RsI-1556 [256] La Senna e lo Arno gian torbidi e lenti Rainerio, Antonio Francesco sonetto
8 RsI-1556 [257] Ecco che al fin, dalla celeste porta Atanagi, Dionigi sonetto
9 Fiori-1558 [77] Ecco che al fin, dalla celeste porta Atanagi, Dionigi sonetto
10 Fiori-1558 [78] La Senna e lo Arno gian torbidi e lenti Rainerio, Antonio Francesco sonetto
11 Fiori-1558 [80] Vibra pur la tua sferza e mordi il freno Molza, Francesco Maria sonetto
12 Fiori-1558 [81] Nello apparir del giorno Molza, Francesco Maria canzone
13 L1-1565 [4] Bella coppia, che in preda avete i cuori Cappello, Bernardo sonetto
14 L1-1565 [10] Nello apparir del giorno Molza, Francesco Maria canzone
15 L1-1565 [11] Vibra pur la tua sferza e mordi il freno Molza, Francesco Maria sonetto
16 RsI-1586 [253] La Senna e lo Arno gian torbidi e lenti Rainerio, Antonio Francesco sonetto
17 RsI-1586 [254] Ecco che al fin, dalla celeste porta Atanagi, Dionigi sonetto