Home > Autori > Profilo autore

Avviso: i contenuti del sito non saranno ulteriormente aggiornati.

RASTA prosegue nel progetto Lyra dell'Université de Lausanne.
Vai al sito Lyra »

Profilo autore

Nome:
Cappello, Bernardo <1498 - 1565>
Varianti del nome:
Capello

Poesie

1A te qual già reina alta del mondosonetto
2Alma città, che con virtute unitasonetto
3Amor, poiché hai desiocanzone
4Apra, sì come al dolce tempo suolesonetto
5Bella coppia, che in preda avete i cuorisonetto
6Bembo beato, io te pur chiamo ognorasonetto
7Benché il chiaro, soave, onesto sguardosonetto
8Benché per lungo spazio ancor dividasonetto
9Che più, lasso, di ben fra noi si vedesonetto
10Chi mi darà le lagrime onde possacanzone
11Chi potrà mai di voi, le labra chiusecanzone
12Chi ti vede e di te non si inamorasonetto
13Come di voi più saggia, né più bellasonetto
14Come qualora il ciel ritrova carcosonetto
15Come uom di suo voler privo e di pacesonetto
16Con quai lode onorar posso io quel giornosonetto
17Con quanto ardor, quanti perigli ho corsisonetto
18Corso, che nel dir prisco e nel novellosonetto
19Così di primavera eterna guidasonetto
20Così pur soffri, Giove? E non è vintasonetto
21Deh, non voler, Signor, che le più bellesonetto
22Di quanto già col tuo soave cantosonetto
23Di ricche spiche cinta, e di fecondesonetto
24Di una vittoriosa palma alterasonetto
25Dolce pensier, che le mie acerbe penecanzone
26Duo poli ha il cielo, e lo uno e lo altro degnosonetto
27Ecco la sposa illustre, ecco che il cielocanzone
28Effetto fai di molta lode indegnosonetto
29Febo, alla musa mia sì larga partesonetto
30Già non discopri, Amor, tua forza interaballata
31Il sol indarno i suoi raggi spendeasonetto
32Io sento di ora in or quella vaghezzaballata
33La empia schiera di quei tristi pensierisonetto
34La santa sposa del tuo caro figliosonetto
35La vergine romana il cui pudicosonetto
36Mentre io di oro e di perle, anzi, di onoresonetto
37Mira, superno Re, quanto oltraggiosasonetto
38Mula, le vostre prose dotte e puresonetto
39Non aperse il ciel mai pur solo un giornosestina
40Né cosa chiedo che il dolor mio tempresonetto
41Né di lettere o di arme ampie memoriesonetto
42Né per orgoglio mai, né per vostre iresonetto
43Né perché esperto sia per molti dannisonetto
44Né perché mille volte il giorno perasonetto
45Né tanto pianse mai novella sposasonetto
46O del mio indegno e troppo acerbo essigliosonetto
47O valle, che di fior bianchi e vermiglisonetto
48O verace di Iddio Vicario e figliosonetto
49Oh di che gioia pieno, oh, di che spemesonetto
50Or mi aveggio io che invan si fida e sperasonetto
51Poi che con gloriosa tromba alterasonetto
52Poi che del pianto mio le torbide ondesonetto
53Poi che del tutto mi è negato e toltosonetto
54Poi che il buon Paol si è da noi partitosonetto
55Poi che mi infiamma ancor desio non lievecanzone
56Poi che per tante e sì diverse provecanzone
57Poi che è pur ver che i duo bei lumi santisonetto
58Poiché al gran Guido Ubaldo ha figliuol datosonetto
59Poscia che il mondo vi confessa apertosonetto
60Punto che alla salute mia più parcasonetto
61Quai donne a cui sia sposo e padre toltosonetto
62Qual fredda voglia vi arma contra, Amoresonetto
63Qual sferza, qual temenza i servi tuoisonetto
64Quando io credea lodar le tue dolci acquecapitolo in terza rima
65Quando la umana specie ad ira mossesonetto
66Quel che cantando io pingo e voi colmatesonetto
67Questo sol, che i suoi rai sì caldi rendesonetto
68Renda dei frutti suoi più larga partecanzone
69Sacri intelletti, a cui da Febo è datosonetto
70Se ai vostri lunghi e ben passati tempisonetto
71Se alla pietosa vostra alma sembianzasonetto
72Se altro lume non è che infiammi o mostresonetto
73Se ben nel vostro pianto più si onorasonetto
74Se cantando talor potessi al segnocanzone
75Se di acquistar nove provincie e regnicanzone
76Se in te siede pietà quanta possanzasonetto
77Se non amate, che nubi atre e foltesonetto
78Se vi armate di sdegno a nova guerrasonetto
79Se vista umana a pien veder non puotesonetto
80Signor, che in vece del figliuol di Diosonetto
81Signor, cui negra e lagrimosa vestasonetto
82Signor, la cui virtute e il grave aspettosonetto
83Sol degno è il Bembo di spiegare in cartesonetto
84Spirto eletto da Dio, novellamentesonetto
85Stavami al caro, usato mio soggiornosonetto
86Torna Bembo beato, che qual vivosonetto
87Tornate a rivestir i panni allegrisonetto
88Tosto che vinca il vostro alto consigliosonetto
89Tra queste palme di oro e questi stralisonetto
90Tutto quel che da me, donna, sen vennesonetto
91Varchi, e mi duol e me ne struggo e smacrosonetto
92Verdi colli fioriti, ameni e lieticapitolo in terza rima
93Vergine illustre, che in diverse foggiesonetto
94Viva dello avo e del tuo padre imagosonetto
95Zen mio gentil, se di saper hai vogliasonetto
seleziona tutti 

Poesie di <Cappello, Bernardo> con diversa attribuzione

1 2-1547/1 [175] Tra queste palme di oro e questi strali Cenci, Giacomo sonetto
2 2-1547/1 [183] Chi mi darà le lagrime onde possa Cenci, Giacomo canzone
3 2-1547/1 [418] Se vi armate di sdegno a nova guerra Autore incerto sonetto
4 2-1547/1 [419] Né per orgoglio mai, né per vostre ire Autore incerto sonetto
5 2-1548/2 [181] Tra queste palme di oro e questi strali Cenci, Giacomo sonetto
6 2-1548/2 [189] Chi mi darà le lagrime onde possa Cenci, Giacomo canzone
7 2-1548/2 [403] Se vi armate di sdegno a nova guerra Autore incerto sonetto
8 2-1548/2 [404] Né per orgoglio mai, né per vostre ire Autore incerto sonetto
9 4-1551/1 [147] Né per orgoglio mai, né per vostre ire Navagero, Andrea sonetto
10 5 (3)-1552/1 [465] Né tanto pianse mai novella sposa Autore incerto sonetto
11 5 (3)-1552/1 [466] Che più, lasso, di ben fra noi si vede Autore incerto sonetto
12 5 (3)-1552/1 [467] Torna Bembo beato, che qual vivo Autore incerto sonetto
13 5-1552/2 [492] Né tanto pianse mai novella sposa Autore incerto sonetto
14 5-1555/3 [559] Né tanto pianse mai novella sposa Autore incerto sonetto
15 5-1555/3 [560] Che più, lasso, di ben fra noi si vede Autore incerto sonetto
16 5-1555/3 [561] Torna Bembo beato, che qual vivo Autore incerto sonetto
17 L1-1565 [4] Bella coppia, che in preda avete i cuori Caro, Annibale sonetto
18 L1-1565 [193] Così di primavera eterna guida Molza, Francesco Maria sonetto
19 L1-1565 [194] Signor, la cui virtute e il grave aspetto Molza, Francesco Maria sonetto
20 L1-1565 [195] Poscia che il mondo vi confessa aperto Molza, Francesco Maria sonetto