Home > Autori > Profilo autore

Avviso: i contenuti del sito non saranno ulteriormente aggiornati.

RASTA prosegue nel progetto Lyra dell'Université de Lausanne.
Vai al sito Lyra »

Profilo autore

Nome:
Amanio, Nicolò <1469 - 1527>

Poesie

1A piè dei verdi colli, ove il Metaurosonetto
2Alta frondosa riva, oscura focesonetto
3Alte, sassose e dirupate rivesonetto
4Ambre più care a me che perle ed orosonetto
5Amore, io veggio ancoraballata
6Candida vesta, che le belle membrasonetto
7Come posso dir io che sì begli occhimadrigale
8Da più nobil che altra anco arbore e chiarosonetto
9Da quei begli occhi, Amor, dagli occhi onde iocanzone
10Dunque, se i miei desiricanzone
11Esce talor da quei begli occhi un fococanzone
12Fra così calde lagrime, fra tantisonetto
13Già con le avare, insaziabil vogliesonetto
14La altezza degli dei, lo umano orgogliosonetto
15Lasso, dal primo dì che io venni in terrasonetto
16Maladetto sia tu tristo aere Toscosonetto
17Nasce dagli occhi tuoi un movimentosonetto
18O trionfo di Amor, chi vide maisonetto
19Occhi, non vi accorgetemadrigale
20Ombre segrete, e voi taciti boschicanzone
21Però che Amor dinanzi agli occhi un velocanzone
22Poi che il fiero destin dal mondo ha toltocanzone
23Qualor mi torna alla memoria acerbasonetto
24Quando viveva in peneballata
25Queste saranno ben lagrime, questicanzone
26Rapido Po, che con le torbide ondecanzone
27Se alor che nel scoprirsi in ciel la aurorasonetto
28Se nulla altra ragion poteva aitarmisonetto
29Solinghe vie, che già sì afflitto e stancosonetto
30Strane rupi, aspri monti, alte e tremantisonetto
31Udite voi, felici e lieti amantimadrigale
32Un bel aurato velo e la aurea testasonetto
33Un dolor più che ogni altro ognor mi accorasonetto
34Un mover sol dei begli occhi lucentisonetto
35Vana vision, fallace sogno ed ombrasonetto
seleziona tutti 

Poesie di <Amanio, Nicolò> con diversa attribuzione

1 3-1550/1 [505] Rapido Po, che con le torbide onde Ariosto, Ludovico canzone

Poesie di altri autori attribuite a <Amanio, Nicolò>

1 2-1547/1 [515] La intera fede, il desiar cotanto Brocardo, Antonio sonetto
2 2-1547/1 [518] O delicie, di Amor lustro e bel crine Brocardo, Antonio sonetto
3 2-1547/1 [519] Perché, perché il vigore Brocardo, Antonio canzone
4 2-1547/1 [520] Di fiammeggiante porpora vestita Accolti, Bernardo, detto l' Unico Aretino sonetto
5 2-1547/1 [521] Hanno ben gli occhi le altre donne anco elle Accolti, Bernardo, detto l' Unico Aretino sonetto
6 2-1547/1 [522] Che pensi e in dietro guardi, anima trista? Accolti, Bernardo, detto l' Unico Aretino canzone
7 2-1547/1 [524] Anima, nei gli error del mondo involta Accolti, Bernardo, detto l' Unico Aretino ballata
8 2-1547/1 [528] Leggiadro seggio, ove talor posarsi Accolti, Bernardo, detto l' Unico Aretino sonetto
9 2-1547/1 [529] Spento era già lo ardore e rotto il laccio Tiepolo, Niccolò sonetto
10 2-1547/1 [530] Oggi sedendo, Amor, con la mia dea Accolti, Bernardo, detto l' Unico Aretino sonetto
11 2-1547/1 [531] Già che biancheggia di pruine la erba Accolti, Bernardo, detto l' Unico Aretino sonetto
12 2-1547/1 [532] Vorrei pur dirvi in qual stato, in qual forma Accolti, Bernardo, detto l' Unico Aretino sonetto
13 2-1547/1 [533] Che fa colei che il mio cor tiene in mano? Accolti, Bernardo, detto l' Unico Aretino sonetto
14 2-1547/1 [534] Se gli occhi onde io tutto ardo Accolti, Bernardo, detto l' Unico Aretino ballata
15 2-1547/1 [535] Un sol alzar dei begli occhi lucenti Accolti, Bernardo, detto l' Unico Aretino sonetto