Home > Autori > Profilo autore

Avviso: i contenuti del sito non saranno ulteriormente aggiornati.

RASTA prosegue nel progetto Lyra dell'Université de Lausanne.
Vai al sito Lyra »

Profilo autore

Nome:
Alamanni, Luigi <1495 - 1556>

Poesie

1"Mentre ti fui sì gratoode
2"Non ti perdonarò, Borea, giamai"distici
3Al tuo padre Ocean, che abbraccia intornosonetto
4Alma beata, che il terrestre velosonetto
5Almo beato sol che dolcementesonetto
6Almo sacro terren, più di altro chiarosonetto
7Almo sol, che il calor riporti e il giornosonetto
8Almo superbo mar, che da ogni intornosonetto
9Alto Signor, per cui la fida stellasonetto
10Arion, quando Enrico rimiravadistici
11Aura gentil, che mormorando vienisonetto
12Ben puoi cantando, vaga Filomenasonetto
13Ben puoi, Borea crudel, con ghiaccio e nevesonetto
14Borea crudel, che con tal forza ed irasonetto
15Bosco verde, campagna e colle herbososonetto
16Che fia, lasso, di me fuggendo lungesonetto
17Che il pensò mai che di Liguria uscissesonetto
18Come dolce sento io per queste vallisonetto
19Come oggi, ahi lasso, mi è contrario il giornosonetto
20Come sia frale e vil la vita umanasonetto
21Come talor nel gran calore ardentesonetto
22Come ti veggio andar superba in vistasonetto
23Con quei sospir, con quelle voci amaresonetto
24Dal suo ventre materno uscendo fuorasonetto
25Deh non piu lagrimar, Pianta mia carasonetto
26Deh, come abietta e vil ti veggio fuoresonetto
27Del gran Francesco la alta cortesiadistici
28Di Leonida il corpo ornando Xersedistici
29Dimmi, famoso re degli altri fiumisonetto
30Disse Europa ad Enrico volto in torodistici
31Durenza, tu per questa aprica vallesonetto
32Ecco che giunta è pur la ora felicesonetto
33Famoso mar che da ogni intorno inondisonetto
34Fer Natura e Virtute compagniadistici
35Gitene altrove, o duri miei pensierisonetto
36Già si sente arrivar Francesco chiarosonetto
37Già trapassa, fuggendo, il sesto giornosonetto
38Glorioso mio Re, nel cui sostegnosonetto
39Io ho varcato il Tebro e movo i passisonetto
40Io mi sto notte e dì contando le oresonetto
41Io non potrei negar che più di un focosonetto
42Io pur la Dio mercè rivolgo il passosonetto
43Io pur me ne vò innanzi e lascio in dietrosonetto
44La Aquila è degli augei Donna e Reginadistici
45Lasso, che io sento pur che il tempo passasonetto
46Liete rive, alti colli e piaggia apricasonetto
47Lo sdegnato Temistocle si offersedistici
48Lucidissime gemme, che avvolgetedistici
49Là ver' lo occaso alla sua destra rivasonetto
50Mentre io seguo sul Po cacciando le ormesonetto
51Mentre mirate il nuovo sole in cimasonetto
52Nessun fu lieto, Amore, io non te il celosonetto
53Non più come solea Rodano e Sonasonetto
54Non si può sollevar in alto a volosonetto
55Non vider mai gli arabici Sabeisonetto
56O di Rodan superbo umile sposasonetto
57Or che il mezo del ciel con le orme segnasonetto
58Or che il vento fra noi, la neve e il gielosonetto
59Or che io veggio il mio re nelle armi avoltosonetto
60Or che vien lo inimico e in vista apparesonetto
61Or, magnanimo re, le piagge intornosonetto
62Ove splende ora il mio lucente sole?sonetto
63Padre Ocean, che dal gelato Arturosonetto
64Per mostrar pari al ciel le forze prontedistici
65Pianta felice, che al tuo bel soggiornosonetto
66Più di ogni altro dolor che il cor sostienesonetto
67Più veloce animal non pasce la erbasonetto
68Poi che al gran Fiorentin ciascuna sperasonetto
69Poi che per dispogliar del vello di orosonetto
70Poscia che il ciel dal mio natio paesesonetto
71Poscia che il mio bello Arno udir non potesonetto
72Profondissima valle, alpestro montesonetto
73Qual grazia, qual destin, qual sorte amicasonetto
74Quando io veggio talor nel caldo giornosonetto
75Quando lo un vago sol verso Occidentesonetto
76Quando vide venir le grandi schieredistici
77Quando è sì amico il cielo ai desir mieisonetto
78Quanta invidia ti porto, amica Senasonetto
79Quante chiare virtù chiudea nel coredistici
80Quante fiate ho già di sdegno accesosonetto
81Quante fiate il dì mi torna a mentesonetto
82Quante io trovo campagne, piaggie e montisonetto
83Quel che in più lieta e in più tranquilla vitaottava
84Quello invitto valor più che mortalesonetto
85Quinci cantando e ragionando andaisonetto
86Roza mia man, che dolcemente vaisonetto
87Sacro, santo pastor, cui la sua greggiasonetto
88Se i bei rami gentil della mia piantasonetto
89Se in chiara nobiltà chiaro intellettosonetto
90Se io devessi acquistar pregio alcun degnosonetto
91Se io potessi talor mostrar di fuorasonetto
92Se lo ardente desio che io porto ascososonetto
93Se mi prestasse il ciel loco e baldanzasonetto
94Se più di sofferenza armato allorasonetto
95Se si ragiona il ver benigna lucesonetto
96Sonno, che spesso con tue levi scortesonetto
97Specchio divin, se lo onorato allorosonetto
98Spirto beato, a cui dal Padre eternocanzone
99Supplicando le Muse al sommo Giovedistici
100Tosco vate divin, che in chiaro stilesonetto
101Valle chiusa, alti colli e piagge aprichesonetto
102Vener, Palla, Giunon avean tra lorodistici
103Veramente son io colombo purosonetto
104Verde bosco frondoso, erbose rivesonetto
105Verde prato amoroso, erbe felicisonetto
seleziona tutti